lunedì 16 marzo 2015

PURE VOI

Dunque con dolore devo annunciare che da 4 giorni non sono piu' a Tieffe. Torno presto, molto presto (- 7 giorni all'alba). Ma adesso sono a Parsimonia. Per il compleanno di mio padre. Per vedere i nipoti che crescono. E perché in fondo ci sono passato l'ultima volta sette mesi fa. E non ci tornero' fino a Dicembre. E dunque... viaggio a Parsimonia. Mi sento spaesato. 
Sull'autobus che mi portava via ho conosciuto un complottista siciliano. E scoperto che non ce la faccio a resistere: l'istinto a prendere a calci la gente ormai s'è emancipato. Anche questo vuol dire vivere cosi' distanti dal mondo con le strade asfaltate e per tanto tempo di seguito. 
Ieri sono finito ad un presidio sotto il carcere di Elle. Appoggio alla lotta dei carcerati comuni con ergastolo ostativo. Gente senza speranza. 
Eravamo circa trenta di noi, dico: del presidio.
Bene: 
primo - a guardare il carcere di Elle pare chiaro che solo la mente di una carogna bastarda profondamente malvagia possa aver ideato progettato e costruito un posto come quello 
secondo - i presidi sotto le carceri sono l'unica attivita' del genere ad avere un barlume di senso, perché nel momento in cui urli e quelli lontani, reclusi, sepolti, ti rispondono con un urlo, tocchi qualcosa di raro. Insomma: nei presidi sotto le carceri c'è ancora del vero. Pensateci: quanta rarità.
Prima di andare via, a sera, abbiamo urlato, tra le altre cose, un "resistete". 
Qualcuno dall'altra parte ci ha risposto "pure voi".

3 commenti:

  1. Punti di vista di differenti tentativi di resistere.
    Il tuo in questo momento pare essere quello di resistere a questi 7 giorni che ancora ti dividono da Tieffe.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina